Gravedona

visit lake como GRAVEDONA
Gravedona, nome ufficiale Comune di Gravedona ed Uniti della provincia di Como, è situato sulla sponda nord occidentale del lario, sulla pianura alluvionale del torrente Liro.
Sembra che l'origine nome derivi dalla radice celto-ligure "grava", che indica una costa ghiaiosa.
Abitata sin dalla preistoria e successivamente da popolazioni galliche, su successivamente assoggettata all’Impero Romano.
Fu conquistata dai Longobardi nel 587, che lasciano ricordo della loro presenza in alcuni termini dialettali (ad esempio, il termine gudaz indica il padrino di battesimo) e nel diffuso culto di San Giovanni Battista, a cui la regina Teodolinda era molto devota.
Durante la guerra dei dieci anni, Gravedona si schierò con Milano e dopo la guerra si narra che le navi di Gravedona fermarono la fuga del Barbarossa verso il Nord. Gli abitanti di Gravedona depredarono le truppe del Barbarossa, sottraendogli anche la corona imperiale.
La leggenda vuole che, in occasione della firma della Pace di Costanza, Il Barbarossa abbia esclamato: "Perdono tutti, tranne i perfidi Gravedonesi!".

Monumenti e luoghi d'interesse

A Gravedona le chiese non mancano. Ce ne sono ben dodici e alcune sono dei veri capolavori d'arte.
Le più antiche sono nella zona chiamata "Castello", nella piccolissima Piazza di Prà Castello una chiesa oggi sconsacrata è sede del Corpo Filarmonico Gravedonese.
Tra le antiche case del centro si incontra anche la casa che ospitò Alessandro Volta, ricordato con una targa in pietra.

La Chiesa di San Vincenzo, la parrocchia del paese, nasconde i resti della precedente costruzione romanica, la cosiddetta cripta di Sant'Antonio, dove viene celebrata la messa ogni 17 gennaio, giorno di Sant'Antonio.

Palazzo Gallio, imponente costruzione sulla riva del lago, ospita oggi mostre e manifestazioni culturali.

Chiesa di Santa Maria del Tiglio, antico battistero, è una delle chiese più antiche della Provincia di Como ed è un bellissimo esempio di Romanico comasco con influenze transalpine. Qui trova dimora un importante Crocifisso in legno del XII secolo.

Chiesa di Santa Maria delle Grazie, del 1496, ex convento agostiniano. Ospitala biblioteca comunale.

Chiesa di San Gusmeo e Matteo, affrescata da Giovanni Mauro della Rovere, detto il Fiammenghino

Chiesa della Madonna della Soledad (Solitudine), del XVII secolo, sorge nella zona Castello, sul lungolago. Era una piccola chiesa privata di propietà gravedonese Motti. Ospita un presepe perenne.


Approfondimenti e curiosità

02/02/2018

Ristorante sul lato nord occidentale del Lago di Como. Ambiente molto scenografico, molta cura e attenzione nella presentazione dei piatti. Ottima meta per chi veleggia sul Lago e cerca un approdo facile e menu di qualità.