Incendio dell' Isola Comacina

La Festa di S. Giovanni è sicuramente l’evento più suggestivo dell’estate lariana. Cade nella giornata del 24 Giugno, festa di San Giovanni.
La festa ha origini antiche e commemora l’assedio e la devastazione dell’isola Comacina, avvenuta il 24 giugno del 1169, per mano di Barbarossa, alleato di Como. L’isola fu completamente incendiata e tutte le abitazioni furono distrutte.
Gli abitanti fuggirono portandosi via le Reliquie dei Martiri custodite nella Basilica di Sant’Eufemia, e trovarono rifugio a Varenna.
Secondo la leggenda locale, dopo tre secoli dalla devastazione, un profugo isolano fece ritorno sull'isola e San Giovanni Battista gli comparve in visione: il santo lo invitò a scavare sotto un noce. L’isolano obbedì e riscoprì i ruderi dell’antica Basilica.
Durante la festa uno spettacolare show pirotecnico simula l'incendio dell'isola, mentre sul lago centinaia di barche, motoscafi e battelli si illuminano per ricordare l’assedio.
Siamo stati ospiti su una barca a vela, ancorata a pochi metri dalla riva. Lo spettacolo è stato davvero emozionante, 1500 punti di fuoco, 30 minuti di spettacolo pirotecnico maestoso, coordinato da una regia attenta ai minimi dettagli. Musiche e voce narrante ci accompagnavano in una rievocazione davvero emozionante.


Leggi tutte le NEWS