Il Castello di Vezio e l'arte della falconeria

La storia

Il castello di Vezio deve il nome alle antiche famiglie romane che abitarono anticamente queste zone. 
Il nome Vezio è ancora diffuso tra le famiglie presenti oggi nella zona comasca. Questo fa ipotizzare un’origine tardo romana della fortificazione stessa, cosi come riportato da vari autori.
Molto probabilmente la torre era parte di una linea di difesa più articolata, partiva dal nord del lago fino ad arrivare a Como.
Le torri erano in comunicazione visiva l’una con le altre ed erano pensate per segnalare velocemente l’arrivo degli eserciti invasori.
Una leggenda attribuisce la costruzione a Teodolinda, regina dei Longobardi, che a Perledo trascorse i suoi ultimi anni.  
Sicuramente il Castello fu molto utile agli abitanti di Varenna per difendersi dai continui assedi comaschi. Nel XVII secolo la torre era in proprietà alla parrocchia di San Giorgio di Varenna, ma nel 1600 il Duca di Monte Marcino ne prese possesso, nonostante i diritti vantati dalla parrocchia di Varenna. Successivamente la proprietà passò ai Conti della Riviera e, allo spegnersi della loro dinastia, agli eredi Serbelloni. Nell’Ottocento, infine, la proprietà passò alla famiglia Greppi Di Robilant, la stessa ne mantiene il possesso ancora oggi. Il Castello è visitabile. Apre al pubblico generalmente da marzo a novembre. Gli eventi e la gestione sono affidati all’Associazione Turistica Castello di Vezio onlus.

La falconeria

Oltre all’importanza storica e alla splendida vista sul lago, una delle più grandi attrattive del castello è il centro di addestramento rapaci.
I visitatori possono ammirare e sostenere l’antichissima arte della falconeria, da poco annoverata dall’UNESCO come patrimonio immateriale dell'umanità.
L’ addestramento dei rapaci avviene nel giardino del Castello, i visitatori possono scattare foto e ammirare da vicino i vari esemplari e durante il volo. Le esibizioni di volo si terranno sempre con se il meteo è buono. In caso di maltempo o temperature elevate non potrà essere garantita l’esibizione. Il benessere dei rapaci è al di sopra di ogni cosa.
Tutti gli animali ospitati nel centro sono nati e cresciuti in cattività, non sarebbero adattarsi in nessun modo alla vita selvaggia. L’associazione garantisce loro la miglior forma psico-fisica possibile.
Vuoi una cenetta tranquilla a Vezio? Ti consigliamo il ristorante IL PORTICHETTO, proprio li a due passi dal castello.


Associazione turistica Castello di Vezio via al castello snc, 23829 Perledo (LC) info@castellodivezio.it ph 348.824250 www.castellodivezio.it


Leggi tutte le NEWS