Crott del Meo

Siamo stati a cena al Crott del Meo, un delizioso locale con cucina tipica lariana e montanara.
Da Varenna prendere la strada per Esino Lario, appena sopra Perledo prendere la deviazione per Bologna, al bivio successivo prendere la salita a destra e proseguire fino alla fine della strada.
L’interno è piccolo ed offre pochi posti a sedere, ma all’esterno ci sono grandi tavolate in pietra. La cucina offre portate fisse, quello è e quello devi mangiare. Ma vi assicuriamo che non rimarrete delusi!
Antipasti misti, salumi veri, mica quelli in busta. Sapori decisi di montagna e formaggi stagionati.
Primo fra tutti un taleggio strepitoso e un bitto locale.
Come primo arriva una portata di pizzoccheri valtellinesi, davvero ottimi, ma subito a seguire ecco i gnocchi di patate di Esino Lario: un’esperienza mistica. Immaginate dei ravioli giganti preparati con l’impasto degli gnocchi, ripieni di sugo al brasato e ricoperti da abbondante burro, salvia e formaggio grattuggiato.
Come secondo verranno servite delle costine macerate nel vino rosso, deliziose.
Seguono le immancabili salsicce con polenta.
Il dolce è a scelta: panna cotta, tiramisù o una torta locale.
Vino rosso della casaa volontà, discrteto.
Genepì finale offerto.
Nota sul genepì fatto dal gestore: mai provato uno così buono! Spesa 25 euro. Non male.
Unica nota dolente: nel nostro caso il servizio è stato un poco lento: armatevi di pazienza, in buona compagnia passa in fretta. 

 


Leggi tutte le NEWS